Palumbo Reef Beach Resort, respira questa libertà.

Zanzibar, Uroa, ecco dove sorge il magnifico Palumbo Reef Beach Resort, un colorato e profumato sogno africano. Il resort è intimo, in grado di ospitare il giusto numero di persone se si è in cerca di un soggiorno tranquillo e rilassante. La struttura, comunicante con la gemella Samaki Lodge, è situata sulla costa orientale di Unguja, la maggiore isola di Zanzibar, ed è un vero e proprio sogno ad occhi aperti. Palme, fiori, uccelli, farfalle e, se siete fortunati, vi capiterà di adocchiare lemuri e la simpatica scimmietta del resort! Insomma, varcare le soglie di questo posto incantato lascerà un segno indelebile nei vostri ricordi.

Il villaggio è ben strutturato: all’entrata ci accoglie un’ampia area relax con divani e poltrone, fornita di bar, copertura wi-fi e di una piccola, ma graziosa, boutique; la zona è direttamente collegata alla sala da pranzo, debitamente imbandita 3 volte al dì (a colazione, pranzo e cena), che sconfina nel bucolico garden del complesso. Una curatissima piscina domina l’area esterna. A sinistra troviamo il “teatro” che riceve ogni sera spettacoli diversi, mentre a destra troviamo il bar principale. Proseguiamo verso il mare e ci imbattiamo in una vista paradisiaca. Palme che sfiorano il cielo, sabbia bianca finissima e comodissimi lettini, attraverso i quali intravediamo le straordinarie sfumature dell’Oceano Indiano che si presentano di un intenso verde smeraldo che piano piano sbiadisce in una morbida scia turchese. A causa del noto fenomeno delle maree la spiaggia del Palumbo è rialzata e per raggiungere il mare dobbiamo varcare un scenografico arco e scendere qualche gradino, dopo di che possiamo affermare di trovarci in paradiso. Il resort offre un secondo ristorante, famoso per le proprie aragoste, chiamato Kambakocho e posizionato direttamente sulla spiaggia. La struttura, essendo dotata di un servizio d’animazione, mette a disposizione dei propri ospiti un’area giochi, comprensiva di un campo da beach volley e una palestra discretamente attrezzata. Le camere, interamente arredate in stile locale, sono tutte raggruppate nella parte alta del villaggio, immerse in un vero e proprio labirinto vegetale; la mattina potrete seguire la via floreale e recarvi a fare colazione inseguiti da colorate farfalle e uccelli canterini. La pulizia viene effettuata ogni giorno ed è impeccabile. Troverete sempre fiori freschi ad attendervi al vostro rientro.

La spiaggia, come anticipato, è soggetta al curioso e intrigante fenomeno delle maree, quindi non è sempre possibile bagnarsi, tuttavia, nel momento in cui il mare retrocede (ogni 6 ore circa), risulta interessante infilare le scarpine e camminare in direzione della barriera corallina – a sinistra del resort – per osservare da vicino la fauna oceanica. Noterete anche diversi cumuli di alghe sulla battigia che, attenzione, non sono casuali, ma sono veri e propri campi che vengono ripuliti dalle mogli dei pescatori locali, bellissime donne vestite con abiti dai toni vivaci, che si occupano di raccogliere, pulire ed essiccare queste alghe.

Il cibo, dalla colazione alla cena, è sempre ottimo e vario. Troviamo piatti “classici”, apprezzabili anche dagli ospiti con lo stomaco più delicato, come riso bianco, patate e pane, e una vasta scelta di piatti tipici della tradizione italiana e locale.

Le escursioni organizzate dallo staff del resort rappresentano un ottimo compromesso tra le economiche offerte dei famosi “beach boys” e quelle super costose dei tour operator, garantendoci tutela e prelibati banchetti a base di pesce fresco e frutta ad ogni avventura! Romolo, l’organizzatore, è ben preparato e disponibile ad assecondare i bisogni e le necessità dei clienti; le guide, Thomas e Fusillo, sono mitiche! Oltre ad essere figure professionali a tutti gli effetti, sono anche squisiti compagni di viaggio, la loro preziosa conoscenza del luogo e la loro simpatia li rendono unici. Nel caso in cui voleste dedicare una giornata interamente al “beauty”, in struttura troviamo Rita, visagista dotata di grande professionalità e personale addetto a massaggi rilassanti.

Che dire, Zanzibar è decisamente una meta straordinaria in ogni suo aspetto, ma soggiornare qui aggiungerà al viaggio una nota memorabile. Karibu, al Palumbo Reef Beach Resort!

 

This entry was posted in Italiano. Bookmark the permalink.

Comments are closed.