Mi trovavo nella piscina di un hotel…

… Una piscina olimpionica ma riscaldata, come se fosse una sorta di idromassaggio gigante. Sapevo che dentro all’hotel c’erano tre miei amici che stavano ancora dormendo. Ricevo una telefonata dai miei genitori che mi dicono che sono venuti a prendermi e che sono in macchina ad aspettarmi nel parcheggio dell’hotel. Mi addormento nella piscina e quando mi sveglio è pomeriggio tardi ma c’è già buio, la piscina è deserta se non per tre soggetti inquietanti che mi fissano senza dire niente. Il telefono è scarico, l’hotel sembra ad un tratto abbandonato e per qualche motivo non mi è più possibile entrare. Corro nel parcheggio ma i miei genitori se ne sono andati, cerco i miei amici ma mi dicono che due di loro sono andati via mentre il terzo è in camera che dorme ma non si può o non si riesce a svegliare. Sono sola e non so né come entrare né come uscire.


Illustrazione di Depaf

A., donna, 24 anni

This entry was posted in Italiano. Bookmark the permalink.

Comments are closed.